Il primo marzo inizia l’anno massonico e il Goi celebra anche la Giornata della Fierezza. Il messaggio del Gran Maestro Stefano Bisi

“La forza della Libertà del libero pensiero non si può arrestare ne’ può essere sospesa. I liberi muratori continuano a prestare con grande coraggio e impegno la loro opera per il miglioramento dell’Uomo e della Società. Essi non temono i pregiudizi e la caccia alle streghe e fanno della Tolleranza e della Solidarietà i cardini su cui costruire il presente e il futuro della Democrazia nel nostro Paese. Voglio augurare a tutti i fratelli un buon anno massonico di Vera Luce in quella che dal 2018 è diventata anche la giornata della Fierezza massonica”. Queste le parole del Gran Maestro Stefano Bisi in occasione del primo marzo, data che secondo l’antica tradizione, coincide con l’inizio dell’anno Massonico.
Il Grande Oriente d’Italia dal 2018 ha anche istituito la Giornata della Fierezza Massonica per ricordare quanto avvenuto il primo
Marzo del 2017 quando i finanzieri dello Scico si presentarono al Vascello per sequestrare, su mandato della Commissione nazionale Antimafia, gli elenchi degli iscritti delle logge della Calabria e della Sicilia. Un atto che il Grande Oriente ritenne immotivato e contraddistinto da violazioni giuridiche e per il quale attende il pronunciamento della Corte Europea dei Diritti dell’Uomo. 

fonte: grandeoriente.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scroll Up